Alberto Ezio Colla

Compositore e teorico musicale, si diploma presso il Conservatorio di Alessandria in composizione, allievo di Carlo Mosso, pianoforte, musica corale e direzione di coro. Si perfeziona con Azio Corghi all’Accademia Petrassi di Parma e all’Accademia Internazionale Santa Cecilia di Roma ottenendo la borsa di studio SIAE destinata ai migliori diplomati.
Autore di oltre 120 composizioni, tra il 1996 e il 2012 vince dodici Primi Premi a Concorsi di Composizione Internazionali. Riceve commissioni dai maggiori enti musicali e la sua musica viene trasmessa per radio e televisione in Europa, Israele, Stati Uniti, Russia e Canada; incisa in Italia, Austria, Canada, Stati Uniti e Giappone.
Colla predilige la realizzazione di ampi lavori sinfonici, interpretati da alcune tra le più celebri orchestre del mondo: Chicago Symphony, Los Angeles Philarmonic, Albany Symphony, Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, Orchestre National d’Île de France, Orchestra Santa Cecilia di Roma, Bayerischen Rundfunks di München, Juilliard Symphony, Orchestra e coro dell’Arena di Verona, Orchestra of Colours di Atene, Orchestra Sinfonica della RAI, Norwegian Radio Symphony Orchestra di Oslo, Orquestra Sinfónica Portuguesa di Lisbona, Estonian National Symphony ecc…. La sua Opera Il processo, diretta da Enrique Mazzola, viene messa in scena con la regia di Daniele Abbado per le stagioni liriche 2002 del Teatro alla Scala di Milano e ITeatri di Reggio Emilia. Nel 2004 un nuovo allestimento, in versione tedesca, presso il Teatro d’Opera di Kiel. Luciano Berio gli commissiona un brano per coro e grande orchestra per l’inaugurazione, nel 2002, dell’Auditorium di Renzo Piano a Roma. Nel 2003, il poema sinfonico Le rovine di Palmira viene eseguito a Chicago dalla Chicago Symphony diretta da Roberto Abbado e Starlights a Tallin dalla Estonian National Symphony diretta da O. Elts. Nel 2004 gli viene dedicato un concerto monografico a Mosca; la Albany Symphony diretta da David Alan Miller e l’Orchestra Regionale della Toscana gli commissionano due nuove composizioni. Nel 2006 l’esecuzione del Secondo concerto per pianoforte con S. Marchegiani e l’Orchestra Filarmonica di Torino diretta da Mario Ancillotti. La CEI e la Fondazione Arena di Verona gli commissionano un grande oratorio per voce, cinque solisti, tre cori, grande orchestra e luci armoniche in occasione del III Convegno Ecclesiale Italiano. Eseguito a Verona e Milano viene ripreso nel 2007 in Vaticano per Papa Benedetto XVI e nel 2008 allo Sferisterio di Macerata. Ancora nel 2006 il Concorso Trio di Trieste gli commissiona cinque composizioni da camera, brani d’obbligo nell’edizione 2007. Nel 2009 la prima esecuzione del concerto per clarinetto e orchestra, Concinnitherium, alla Biennale di Zagabria con l’Orchestra Sinfonica di Pechino e la composizione della Seconda Sinfonia per coro e orchestra. Sempre nel 2009 la prima esecuzione del Terzo concerto per pianoforte con G. Cascioli e l’Orchestra De Sono a Torino. Nel 2010 una commissione dell’Orchestra Haydn di Bolzano e l’esecuzione della Prima Sinfonia con l’Orchestre National d’Île de France a Parigi diretta da E. Mazzola. Nel 2011 un nuovo brano per la Albany Symphony a Troy negli USA. Nel 2012 vince il Veridian Symphony Orchestra Competition di Yuba City in California con Musica per archi.
È nominato compositeur associé dell’Orchestre National d’Île de France di Parigi per gli anni 2012-14. Primo frutto di questa collaborazione è la Symphonie des Prodiges (Troisième Symphonie) diretta da Enrique Mazzola alla Salle Pleyel nel 2013. In seguito l’Ouverture pour l’eveil des Peupes diretta da Thomas Søndergård alla Salle Pleyel nel 2014.
Direttori d’orchestra di fama hanno eseguito sua musica; oltre ai già citati ricordiamo: Myung-Whun Chung, Arturo Tamayo, George Pehlivanian, Lucas Vis, Julian Kovatchev, Bruno Campanella, George Manahan, Aldo Ceccato, Joel Sachs, Marc Piollet, Ari Rasilainen…
Tra la musica da camera ricordiamo i tre Quartetti e i cinque Trii quattro dei quali commissionati dal Trio Debussy. Molte le commissioni da Antidogma Musica. Di entrambi gli ensemble è stato composer in residence.
Dal 2005 scrive con un inedito sistema compositivo: la Concinnitas.
In qualità di teorico e didatta ha realizzato il Manuale di armonia edito da Carisch nel 2011 e i due volumi del Trattato di armonia moderna e contemporanea editi dalla Carisch nel 2015. I suoi lavori sono pubblicati da Casa Ricordi e Casa Sonzogno a Milano e dalla Universal di Vienna.
www.albertocolla.com

Altri insegnanti di: ritorna in alto