Mariano Tedde

Nato a Sassari il 2/5/1971, Inizia lo studio del pianoforte a metà degli anni ’80 frequentando successivamente seminari e masterclass con alcuni dei piu importanti pianisti e docenti europei come Franco D’Andrea, John Taylor, Riccardo Zegna, Amedeo Tommasi e Barry Harris. Attivo dagli anni ’90 alla testa di varie formazioni a suo nome, si distingue anche per la sua intensa partecipazione come sideman ad importanti progetti musicali italiani. E’ attivo fin dai primi anni ‘90 con intensa attività concertistica quale leader di numerose formazioni musicali con le quali ripercorre differenti stili e repertori della tradizione jazzistica, tra i quali: “Tributo a Wayne Shorter”, “Omaggio a Miles Davis”, “Play Train”, “Tributo a Chet Baker”, “Omaggio a Thelonious Monk”, “The American Songbook Ensemble”, Mariano Tedde Septet, Timepiece Trio. E’ ideatore del “Jazz al Microscopio”, un progetto divulgativo sulla musica jazz, oltre che compositore e arrangiatore del Woodstore Quintet, formazione che vince il 1° premio del concorso BargaJazz 2001 ed in seguito registra “Distanza” (Splasc(h) records 2002), “Parallel 41st” (Nagel Heyer 2005) con Tim Hagans e Maria Pia De Vito e Woodstore + Paolo Fresu “Playmakers” per la Picanto Records (2010). Il Woodstore, oltre ad aver vinto il primo premio al Concorso Internazionale BargaJazz 2001, si esibisce in importanti festival internazionali quali Nuoro Jazz, Terni Jazz Festival e a Londra all’ Earls Court Italian Jazz Festival, Festival di Celimontana, Viggiano Jazz, Jazz in Sardegna. Il tour londinese del 2007 lo vede impegnato per due volte al National Theatre e in numerosi jazz club. Ha partecipato, negli anni, a vari festival quali Time in Jazz, Sassari Jazz, Uanciufree San Teodoro Jazz, Musica sulle Bocche, April in Jazz, Nuoro Jazz e molte altre. E’ membro del trio “Heritage” col quale partecipa al Festival Dromos di Nurachi, “April Jazz Festival” (Heritage meets Flavio Boltro), Cap D’Any Heritage Trio + Paolo Fresu. E’ membro della formazione MUDRAS che ha raccolto consensi anche in ambito europeo. ,esibendosi oltre che al Jamboree di Barcellona, al Be Bop Jazz Club di Tarragona, al Sunset Jazz Club di Girona e alla Sala Turin di Olot. Il Mudras ha due dischi all’attivo, Skywalkin’ (2011) e “Loading”, (2014), entrambi pubblicati dall’etichetta Blue Serge. Dal 1999 è il pianista stabile dell’Orchestra Jazz della Sardegna, con la quale condivide una lunga serie di concerti, partecipando anche alla tournee in Cina nel 2001 e in Spagna nel 2004. Dal 2005 è docente di Pianoforte Jazz al Conservatorio di Musica di Sassari. Ha alle spalle importanti collaborazioni, tra le quali si segnalano quelle con Tom Harrell, Carla Bley, Steve Swallow, Norma Winstone, Andy Sheppard, Bob Mintzer, Furio di Castri, Maria Pia De Vito, David Linx, Paolo Fresu, Maurizio Giammarco, Giorgio Gaslini, Bruno Tommaso, Colin Towns, Mario Raja, Massimo Nunzi, Marco Loddo, Ada Montellanico, Dino Piana, Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Daniele Tittarelli, Fred Johnson, Javier Girotto, Gegè Telesforo, Nicola Muresu, Renato D’aiello, Emilio Soana, Pietro Tonolo, Quentin Collins, Enzo Zirilli, Rachel Gould, Roberto “Billy” Sechi, Sheila Jordan, Shawnn Monteiro, Francesco Sotgiu, Mario Corvini, Barbara Casini, Paolo Silvestri, Luca Aquino, Giovanni Falzone, Paolo Recchia, Stefano D’Anna, Lucio Ferrara, Jesse Van Ruller, Perico Sambeat, Tim Hagans, Tom Kirkpatrik, Eric Vloiemans, Vittorio Sicbaldi, Andy Gravish, Freddie Hendrix.

Discografia:

  • Woodstore Quintet “Distanza” (Splash Records)
  • Woodstore Quintet “41st Parallel” (Nagel Heyer)
  • Woodstore + Paolo Fresu “Playmakers” (Picanto Records)
  • Giorgio Gaslini “Sacred Concert/Jazz Te Deum” (Soul Note)
  • Orchestra Jazz della Sardegna + Polifonica Santa Cecilia “About Mozart” (Imaie)
  • Mudras “Skywalkin’” (Blue Serge)
  • Mudras “Loading” (Blue Serge)
  • Gianrico Manca Quartet feat. Paolo Recchia “The Wrong Side” (S’ard)
  • ..free San Teodoro Jazz “Live all’Ambra Day”
  • Pietro Russino “Hipnofolk”
  • Barbara Casini, Paolo Silvestri e Orchestra Jazz della Sardegna “Agora Ta” (Via Veneto)
  • Giorgio Gaslini + Orchestra jazz della Sardegna “Il Bruto Anatroccolo (Il Manifesto)
  • Bruno Tommaso e I Solisti dell’Orchestra Jazz della Sardegna (JazzOp Records) Rai

 

Altri insegnanti di: ritorna in alto