Docenti

Ivaldi Simone

Nato nel 1994 a Sassari, dopo aver conseguito la laurea di primo livello di pianoforte presso il Conservatorio della stessa città con Stefano Mancuso e la laurea di secondo livello ad indirizzo concertistico presso il Conservatorio di Torino con Laura Richaud, Simone Ivaldi si è perfezionato presso l’Accademia di Musica di Pinerolo con Pietro De Maria ed Enrico Stellini.

Ha partecipato a numerosi concorsi e rassegne pianistiche, conseguendo diversi riconoscimenti, tra i quali il 1° premio al concorso “Andrea Baldi” di Bologna, al concorso “Ridolfi” in Versilia e al concorso “Giangrandi- Eggman” di Cagliari nel 2015, il 1° premio al concorso “F. Mendelssohn” di Alassio nel 2016 e il 1° premio al concorso “L. Nono” di Settimo Torinese; è stato inoltre finalista in importanti concorsi internazionali.

Ha seguito masterclass tenute da pianisti di fama internazionale come Benedetto Lupo, Enrico Pace, Maurizio Baglini, Olaf Laneri, Fabio Bidini, Roberto Plano, Michel Béroff, Joaquìn Achùcarro e Pavel Gililov.

Si è esibito presso sale prestigiose per importanti associazioni: il Teatro Vittoria per l’Unione Musicale di Torino, lo showroom Fazioli per “Incontriamoci da Fazioli” e l’Università Bocconi per “Kawai in Concerto” a Milano, la Sala Casella a Roma per l’Accademia Filarmonica Romana. Ha tenuto recital nelle sale dei Conservatori di Sassari, Cagliari e Mantova oltre a molti altri concerti per numerosi enti musicali ed associazioni a Trento, Bologna, Scicli, Alassio, Novi Ligure, Moneglia, Torino, Cuneo, Vercelli, Pinerolo, Bardonecchia, Sassari, Cagliari, Olbia, Nuoro ed Oristano, sia come solista che come camerista. Ha inoltre suonato in Argentina: a Neuquén, in Patagonia, presso l’Esquela superiòr de Musica, e a Concepciòn del Uruguay per l’associazione “Amigos de la Musica”, a Lancaster (USA), nell’ambito del “Lancaster International Piano Festival”, e a Vienna presso la Gesellschaft für Musiktheather.
Si è esibito con le orchestre dei Conservatori di Sassari e Torino, eseguendo rispettivamente il secondo concerto di Chopin e il primo concerto di Tchaikovski.

Nel 2020, anno delle celebrazioni per i 250 anni dalla nascita di Beethoven, si è esibito presso il Teatro Verdi di Pordenone in un concerto presentato da Maurizio Baglini, suonando la versione per pianoforte a 4 mani della celeberrima Grande Fuga op. 133 per quartetto d’archi insieme al pianista Federico Pulina; la registrazione del concerto è stata successivamente trasmessa su Rai5. Ha tenuto inoltre una lezione concerto dal titolo “Beethoven e la Fantasia” con Giovanni Bietti a Roma presso la Sala Casella per l’Accademia Filarmonica Romana, successivamente trasmessa su Radio Rai 3 per Radio3 Suite nell’ambito della rassegna “Era Beethoven, sarà Beethoven”.

Attualmente frequenta il corso di perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole con Andrea Lucchesini e il corso post-laurea di Specializzazione in Beni Musicali Strumentali presso l’Accademia di Musica di Pinerolo.
Simone Ivaldi è un borsista della De Sono Associazione per la Musica di Torino.

Altri insegnanti di: ritorna in alto