Marilde Cavuto

Nata ad Aosta, si è diplomata in Pianoforte con il massimo dei voti all’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Braga” di Teramo. Laureata con lode in Lettere moderne all’Università dell’Aquila, con una tesi in Storia della Musica sul compositore Vieri Tosatti, ha poi frequentato il corso internazionale di perfezionamento in Paleografia musicale presso l’Università di Trieste (sede di Portogruaro) sotto la guida di Acciai, Joppich e Baroffio. Nel 2002 ha conseguito la specializzazione post lauream con lode in Biblioteconomia presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia. Dal 2003 è Cultore della materia in “Comunicazione musicale” presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo.

Dal 2001 è socio dell’Istituto Abruzzese di Storia Musicale (IASM) per il quale svolge attività di collaborazione e di ricerca musicologica finalizzata all’esegesi, allo studio e alla divulgazione del patrimonio musicale abruzzese, con particolare attenzione rivolta al lavoro di reperimento, di catalogazione e di edizione delle fonti musicali abruzzesi. A nome dell’Istituto ha partecipato nel 2009 al Convegno di studi per il 160° anniversario della morte di Chopin, presentando una relazione dal titolo: Anatomia(psico) patologica di Fryderyk Chopin: una review della letteratura corrente (gli Atti, dal titolo Fryderyk Chopin, il poeta del pianoforte, sono in corso di stampa, pubblicati dalla LIM per la collana Strumenti della ricerca musicale). Sempre per lo IASM, nel 2013 è risultata vincitrice di un bando regionale sull’imprenditoria femminile (PO FSE Abruzzo 2007-2013 “La crescita è donna 2”), il cui finanziamento è destinato alla realizzazione del portale e-commerce “Dizionario Bio-Bibliografico dei Musicisti d’Abruzzo” (http://www.dbbma.org).

Collabora, in modo indipendente, con il Dipartimento di Scienze biomediche (Cattedra di Psichiatria) dell’Università “D’Annunzio” di Chieti per gli studi sul ruolo delle emozioni nella psicopatologia e nella percezione della musica. Partecipa a progetti di ricerca sulle interazioni tra la musica e le funzioni cerebrali, con particolare riferimento all’ansia da performance musicale e agli effetti della musica sulle funzioni cognitive e i disturbi psichiatrici. È esperta in document retrieval e in ricerche bibliografiche di area medico-scientifica e psicologica sulle maggiori banche dati internazionali; decine le pubblicazioni scientifiche, tra cui 13 articoli indicizzati su Pubmed (di cui 9 pubblicati su journal internazionali con Impact Factor). Secondo la banca dati Scopus, ha all’attivo 17 articoli (dicembre 2015), per un h-index di 7, per un totale di 190 citazioni. Ha inoltre presentato come coautore numerosi abstract in congressi di area medico-scientifica e psicologica, pubblicati sugli abstract books congressuali (elenco disponibile su richiesta). Tra le pubblicazioni più citate si segnalano:
The emerging role of melatonin agonists in the treatment of major depression: focus on agomelatine. CNS Neurol Disord Drug Targets 2011;10:119-32. (40 cit.).
Alexithymia and its relationships with dissociative experiences and Internet addiction in a nonclinical sample. Cyberpsychol Behav 2009;12:67-9. (40 cit.).
The effect of newer serotonin-noradrenalin antidepressants on cytokine production: a review of the current literature. Int J Immunopathol Pharmacol. 2010;23:417-22. (37 cit.).

Altri insegnanti di: ritorna in alto