Muresu Nicola Matteo

Inizierà l’attività da professionista alla fine degli anni ‘80, suonando in diverse formazioni come sideman nei iazz club e festival nazionali.

Aprofondirà la conoscenza del jazz e del contrabbasso alla Scuola di Perfezionamento di Siena  Jazz, dove segue i corsi di musica d’assieme tenuti da Furio Di Castri e da Stefano Battaglia, ed il corso di contrabbasso tenuto da Furio Di Castri.

Entrerà a far parte di alcune importanti band, tra le quali: La Big Band del Centro Jazz di Torino suonando prima con Enrico Rava, Con il quale collaborerà piu avanti in diversissime occasioni, e poi con Lee Konitz. Entrerà sucessivamente nel “Sestet(To)” gruppo con il quale parteciperà al festival di Coutance in Normandia e con tale formazione sarà presente ai festival internazionali di Namur (Belgio) e Tours (Francia). Il gruppo si trasformò poi in “the Italian Sax  Ensemble”, organico di otto musicisti con ospite Tom Kirkpatrik, del quale si pubblicò un CD dal nome “Playin’ The Giants”.

Con la Big Band di Gianni Basso, dove ci saranno ospiti (Enrico Intra, Franco Cerri) parteciperà al “JVC Newport jazz festival” tenutosi a Torino e al festival dei “due Laghi Jazz” di Avigliana vantando la collaborazione del trombettista americano   Benny Bailey.

Seguirànno diverse collaborazioni molto importanti come: Il trio del pianista Antonio Faraò con il quale suonerà in Italia e in europa con ospiti americani (Antonio Hart, Franco Ambrosetti, Charles Tolliver). Il quartetto del sassofonista Renato D’Aiello, con il quale parteciperà in diverse tournee con altri ospiti (Rechel Gould, Tony Scott).

Altra importante collaborazione avuta con Giulio Capiozzo con il quale parteciperà a lunghissimi tours Italiani ed Europei con artisti internazionali quali Jimmy Owens, Tony Scott, George Cables (all’interno della tourne si è registrato il CD di Alfredo Ponissi con lo stesso Cables e Capiozzo), Harold Land, Paola West ecc.

Altra collaborazione con Emanuele Cisi con il quale imbastirà alcuni progetti tra I quali il trio con il batterista sloveno Zlatko Kaucic, del trio esiste un CD dal nome “How Deep Is The Ocean” promosso anch’esso in Italia, in Slovenia (dove ha riscosso un discreto successo con interviste, critiche positive e pubblicazioni radiofoniche/televisive a Radio/TV Capodistria) e in Croazia, nei più importanti festival (Lubliana Jazz Festival, Maribor Jazz Festival…)

Tra le collaborazionei ancora più importanti e durature ci sono quelle avute con Antonio Ciacca, con il quale suonerà, in diverse occasioni in Italia e all’estero (Spagna, Svizzera, Polonia,  Portogallo, Austria, Isole Canarie ecc…) nei festivals internazionali al fianco di illustri leggende del jazz tra i quali Steve Lacy, Art Farmer, John Betsch (batterista del Steve Lacy trio), Larry Smith, Eliot Zigmund (batterista del Bill Evans trio), Doug Hammond (batterista di Charles Mingus), Benny Golson, Steve Grossman, Johnny Griffin ecc. Altra collaborazione che continua con Renato D’Aiello trasferitosi nel mentre in inghilterra con il quale registra il suo primo disco inglese “Introducing”, condivide molteplici progetti musicali (tour con Kirk Litsey, tour e promozione del disco “Sintetico” con Andrea Pozza e Keith Copeland) nei numerosi festival (Swanage Jazz Fest, Marlborough Fest, Ripon Fest, Birmingham Fest, Brecon Fest, Norwich, Scottland Fest ecc…) e importanti club ingleied (Ronnie Scott, Royal Festival Hall, Vortex, Barbican, National theatre, Pizza Express ecc…), oltre che all’estero (Francia, Svizzera) ed in Italia. La registrazione e promozione del nuovo CD “Sintetico” di Renato D’Aiello ha contribuito alla collaborazione con Andrea Pozza con il quale ha registrato un CD in UK con il batterista Sheiny Forbes e con I quali si è esibito in Italia ed in Inghilterra.

Collaborerà spesso con Renato Chicco e con il quartetto di un’altro gigante del jazz, Jerry bergonzi con i quali suonerà in italia ed all’estero (Svizzera, Slovenia, Croazia, Austria, Francia).

Più di recente, diviso tra la sardegna e Roma incomincia una fruttuosa collaborazione con diversi artisti romani d’adozione, come: Max Ionata con il quale suonerà a lungo nel quartetto a suo nome e registretà due CD (“dieci” per il mercato italiano e “inspiration” per quello giapponese) con la relativa proozione degli stessi nelle più importanti manifestazioni e festival italiani (Umbria Jazz, Casa del Jazz Roma e tanti altri). Paolo Recchia, altra lunga e fruttuosa collaborazione che vanta special guest come: Alex Sipiagin, con il quale si registrerà un CD “Aris’ Desire anch’esso presentato e promosso nelle diverse manifestazioni e festival italiani. Dave Kikoski (Tuscia in Jazz e registrazione live di prossima uscita), Joel Fram, Dado Moroni e altri. Fabrizio Bosso, con il quale registrerà un CD per il mercato giapponese dal titolo “Black Spirit” e suonerà nel quartetto a suo nome.

Altra collaborazione, più occasionale, sarà con Rosario Giuliani con il quale avrà la fortuna di partecipare ai concerti della promozione del disco “Lennie’s Pennies” con Dado Moroni e Joe La Barbera (altro storico batterista del trio di Bill Evans) in alcuni festival italiani, nonchè con il progetto dell’ultimo disco “Images” che ci poterà a Vienna Novembre prossimo.

Tra le ultime collaborazioni quelle con Joe Magnarelli quartet, Joe Cohn quartet, Freddie Hendrix quartet, Greg Hutchinson trio, Lee Konitz/Emanuele Cisi quinte, Roberta Gambarini quartet e altri….

 E’ stato docente di contrabbasso jazz nei seminari di:

Appennino Music Festival (Vergato)
nel 2003
Orsara jazz (Foggia)
nel 2005
nel 2009
Eddie Lang Jazz Festival (Monteroduni)
nel 2011
nel 2012
E’ stato Membro dell’organico del Percfest (Laigueglia)
nel 2011 (con un quintetto formato da Max Ionata, Paolo Recchia, Dado Moroni, Nicola Muresu, Nicola Angelucci)
nel 2012 con il quintetto di Alvin Queen (Dino Rubino, Max Ionata, Dado Moroni, Nicola Muresu, Alvin Queen)

Il 01/06/2009 Master Class di contrabbasso jazz al conservatorio Luigi Canepa di Sassari E’ Attualmente endorser delle corde per contrabbasso “innovation” di fabbricazione inglese.

Pubblicazioni:

  • Edizione CD – Emanuele Cisi/Nicola Muresu/Zlatko Kaucic - How Deep Is The Ocean, Splasc(h) Records, distr. IRD, con Emanuele Cisi (sax tenore), Nicola Muresu (contrabbasso), Zlatko Kaucic (batteria). Compositore in collaborazione dei brani “3”, “6”, “7”, “9”.
  • Edizione CD – The Italian Sax Ensemble - Playin’ the Giants feat Tom Kirkpatrik (tromba), Modern Vintage, con Claudio Chiara (sax alto), Valerio Signetto (sax alto), Fulvio Albano (sax tenore), Gianfranco Amerio (sax tenore), Nicola Tonso (sax baritono), Andrea Pozza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Alessandro Minetto (batteria).
  • Edizione CD – Luigi Martinale Quartet - Urka, DDQ – 128053-2, con Fabrizio Bosso (tromba), Luigi Martinale (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Alessandro Minetto (batteria).
  • Edizione CD – Luigi Martinale Quartet - Eyes and Stripes, DDQ – 128033-2, con Fabrizio Bosso (tromba), Luigi Martinale (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Alessandro
    Minetto
    (batteria).
  • Edizione CD – Bosso/Mannutza/Muresu/Volpe - Mare Mosso, Wide Sound. Fabrizio Bosso (tromba), Luca Mannutza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Marco Volpe (batteria). Compositore dei brani “1”, “3”, “7”.
  • Edizione CD – Fabrizio Bosso New Project - Black Spirit, Catfish Records MYCJ-30558 (Japan), con Marco Tamburini (trumpet), Max Ionata (sax & flute), Luca Mannutza (piano), Lorenzo Tucci (batteria), Nicola Muresu (contrabbasso).
  • Edizione CD – Max Ionata Quartet - Dieci, Via Veneto Jazz, con Luca Mannutza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Nicola Angelucci (batteria). Compositore dei brani “1” e “8”.
  • Edizione CD – Andrea Pozza trio - Love Walked In, 33 Records (UK), con Andrea Pozza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Shaney Forbes (batteria).
  • Edizione CD – Paolo Recchia Alex Sipiagin - Ari’s Desire, Via Veneto Jazz 2011, con Alex Sipiagin (tromba), Paolo Recchia (sax alto), Nicola Muresu (contrabbasso), Nicola Angelucci (batteria).
  • Edizione CD – Renato D’Aiello - Sintetico, 33 Jazz 151 (UK), con Andrea Pozza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Keith Copeland (batteria). Compositore dei brani “2” e “4”, arrangiatore del
  • Edizione CD – Max Ionata Quartet - Inspiration, Alborè Jazz 2009 (Japan), distribuito Egea 2011 in Italia. feat. Fabrizio Bosso e Gegè Telesforo, con Luca Mannutza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Nicola Angelucci (batteria). Compositore del brano “9”
  • Edizione CD – Alfredo Ponissi - Jazzmen, feat George Cables, Jazz Mobile Records JMR 1007-2 2001, con Alfredo Ponissi (sax tenore/soprano). George Cables (piano), Giulio Capiozzo (batteria), Nicola Muresu (contrabbasso).
  • Edizione CD – Vittorio Sicbaldi Four More Quintet - The Way, Arborè jazz 003 2009 (Japan) con Andy Gravish (tromba), Danilo Pala (sax alto), Luca Mannutza (piano), Nicola Muresu (contrabbasso), Vittorio Sicbaldi (batteria).

 Altre pubblicazioni:

  • Fulvio Chiara – At Home, (guest Emanuele Cisi, Claudio Chiara). Splas(h) records
  • Renato D’Aiello – Introducing (guest Phil Lee, Gary Husband), Spotlite Records
  • Giorgio Licalzi – La Nuite Americaine (guest Roberto Cecchetto, Franco D’Andrea, Tiziana Ghiglioni),

 Altre collaborazioni:

Paolo Fresu, Sandro Satta, Flavio Boltro, Fabio Mariani, Pietro Tonolo, Bruno De Filippi, Christian Gutflaish, Bebo Ferra, Amanda Carr, Joe Diorio, Larry Schneider, Stefano Battaglia, John Mosca, George Roberts ecc.

Altri insegnanti di: ritorna in alto